banner

banner

domenica 10 luglio 2016

3752. Come ti recupero il credito


Mestiere non facile ma fonte potenziale di grandi quantità di denaro, se si riesce a recuperare quei crediti che nessuno è riuscito ad esigere. Negli anni duri della crisi gli italiani hanno continuato a fare debiti. Poi hanno smesso di onorarli. Bollette, abbonamenti alla tv satellitare, rate per acquistare moto e auto, mutui. Ci provano i colossi americani, che rilevano a prezzi di saldo i pacchetti di sofferenze dalle nostre banche e poi tentano di recuperarli. I fondi pagano quei crediti così poco che, nel caso la manovra riesca, avranno fatto bingo. Ma è impresa per pochi, servono capitali, studi legali attrezzatissimi, enorme pelo sullo stomaco. 

2 commenti:

heming no azzardo ha detto...

E ci vuole anche una buona dose di faccia tosta e di immoralità!
Se uno arriva ad non onorare più i debiti, c'è sempre un motivo sotto,
e il terrorismo che procurano queste agenzie di recupero crediti, con telefonate o invii di finte raccomandate , spacciandosi per avvocati, o chissà cos'altro
minacciando sequestri, pignoramenti, intervento dei marines e delle teste di cuoio.
In molti purtroppo cadono in questo tipo di terrorismo , e pagano , magari indebitandosi ancora di più.
In tutto questo c'è qualcosa che non va.
Un saluto !!!

jackS ha detto...

C'è molto che non va in un popolo, non solo il nostro ovviamente, che ha vissuto molto oltre le sue possibilità. Un conto è indebitarsi perchè non si può vivere senza televisore HD a 2000 pollici, un conto è indebitarsi per motivi quali la salute o per colpa di una malattia, come il gioco d'azzardo.
Grazie per il commento