banner

banner

sabato 25 dicembre 2021

5135. Siamo i più spreconi di cibo in Europa!

In questi giorni di tradizionali abbuffate, i dati pubblicati dal Centro Comune di Ricerca (JRC) della Commissione europea dicono che gli italiani buttano via oltre 270 milioni di tonnellate tra cereali, pesce, frutta, carne, verdura, uova, patate, barbabietole da zucchero, prodotti lattiero-caseari, colture oleaginose. Tutti prodotti mandati al macero tra il 2000 e il 2017. Seguono Spagna e Germania (quasi a pari merito), che si attestano su un complessivo spreco a livello nazionale di circa 230 milioni di tonnellate di derrate alimentari. Tra le 27 nazioni dell’Unione europea, non esiste nessun Paese che abbia fatto peggio dell’Italia. Tristezza!

venerdì 3 dicembre 2021

5134 Senza le Echte Salzburger Mozartkugeln

Chi ha viaggiato in Austria le ha potuto trovare un po' ovunque, un dolcetto tondo al cioccolato fondente ripieni di marzapane al pistacchio. Sono confezionati in una lamina color oro con un ritratto del compositore Wolfgang Amadeus Mozart, nati nel 1890 dalla fantasia del pasticciere Paul Furst in onore del compositore di Salisburgo, a quasi un secolo dalla sua scomparsa.
Purtroppo l'azienda che li produce è fallita perchè il flusso di turisti, maggiori compratori, in pratica non esiste più da tempo, così come i matrimoni e i mercatini, altre occasioni per venderli. 
Il marchio è della Mirabell, che detiene i diritti delle Echte Salzburger Mozartkugeln, e l’azienda che li produce in esclusiva, la Salzburg Schokolade con sede a Grödig, ha dichiarato bancarotta. Vedremo se qualcun altro si farà avanti per continuare la produzione.
 

lunedì 29 novembre 2021

5133. Il drago di Vaia


Ho una particolare venerazione per i draghi e quando l'ho visto in foto l'ho trovato semplicemente meraviglioso!
Il “Drago Vaia” è il drago in legno più grande d'Europa ed è stato realizzato dallo scultore veneto Marco Martalar, che ha utilizzato oltre 2mila pezzi di scarti di arbusti abbattuti dalla furia della tempesta e circa 3mila viti. La scultura è alta 6 metri e lunga 7 e il materiale utilizzato dallo scultore non è stato trattato; l'opera andrà dunque deteriorandosi nel corso del tempo sotto l’influsso degli agenti atmosferici.


domenica 21 novembre 2021

5132. Le spese militari sono aumentate del 20percento in tre anni

Secondo quanto emerge dall’analisi dell’Osservatorio Milex sulle spese militari
italiane, quest’anno la spesa complessiva prevista dal governo per gli armamenti sfiora i 26 miliardi di euro. Si tratta di quasi 850 milioni in più rispetto al 2021, quando la spesa si era fermata poco sotto i 25 miliardi, con un aumento percentuale del 3,4% in 12 mesi “e un balzo di quasi il 20% in tre anni“, aggiungono gli analisti. Una crescita dovuta soprattutto all’acquisto di nuovi armamenti. 
Della serie non c'è speranza!

giovedì 18 novembre 2021

5131. Ogni anno ricchi e multinazionali rubano al fisco almeno 426 miliardi di euro


I dati dell'ultimo rapporto di Tax Justice Network mettono in luce il ruolo svolto da paesi come Olanda, Lussemburgo e soprattutto Gran Bretagna nel favorire pratiche di evasione ed elusione fiscale da parte di multinazionali e individui facoltosi. La sola Italia perde ogni anno circa 7 miliardi di euro a causa di queste pratiche.
 

lunedì 8 novembre 2021

5130. Quanto è facile produrre ecstasy

Una pasticca costa 10 euro, un prezzo che è rimasto più o meno lo stesso per dieci
anni. Il contenuto di MDMA di ogni pillola, invece, è esploso.
Gli esperti calcolano che sia aumentata del 135% tra il 2008 e il 2017. Oggi una pillola di ecstasy contiene, in media, tra 132 e 181 mg di MDMA, una dose considerata elevata.
Un poliziotto specializzato racconta che la tratta non è sempre internazionale, e può anche essere svolta "un po' in una logica auto-imprenditoriale".
“Il trasportatore in viaggio tra i Paesi Bassi e l'Ile-de-France. In fondo al suo baule portava ogni settimana decine di migliaia di pastiglie di ecstasy, acquistate direttamente dal produttore per 35-40 cent a pasticca. Ne potrebbe rivendere il doppio ad altre quattro o cinque persone, che a loro volta potrebbero rivendere al dettaglio o semi-vendita al dettaglio, ai festival musicali.” 

5129. Quanto è facile per la cocaina arrivare in Francia (e anche in Italia)

Si tratta di un mercato enorme dai profitti immensi. 1 kg di cocaina comprata per 1.000 dollari dai colombiani viene venduta per 63mila dollari agli italiani, cioè “un margine teorico del 5.378%.
L'articolo conclude così: simboleggia anche l'inefficacia del modello proibizionista della "guerra alla droga". Non solo Marielle, che è una dei 4,4 milioni di europei che hanno fatto uso di cocaina nel 2021, l'ha ottenuta senza troppe difficoltà, ma la polvere è mediamente più pura del 57% rispetto a dieci anni fa e costa all'incirca lo stesso prezzo.

sabato 6 novembre 2021

5128. Reggio Emilia brucia!

Negli ultimi tre anni, cioè da quando si è concluso il processo Aemilia, si è registrata
un'escalation di roghi con dati in aumento del 14% nel 2019 e del 7% anche nel 2020, nonostante il lockdown. Una ventina sono sicuramente dolosi, trenta certamente accidentali, della stragrande maggioranza, invece, non si conoscono le cause. Proprio il processo alla ‘ndrangheta emiliana aveva evidenziato quanto il “linguaggio degli incendi” fosse un tratto caratteristico della cosca.

mercoledì 27 ottobre 2021

5127. Lo stato dell'arte sugli educatori professionali


Una lunga intervista a Renato Riposati, Presidente della cda nazionale degli Educatori professionali.

5126. Si dimetterà Mark Zuckerberg?

Quest'articolo racconta di cosa potrebbe succedere dopo la questione Facebook
Files. Secondo me non succederà niente.

giovedì 7 ottobre 2021

5125. La mocro maffia è un problema in Olanda

Nata negli anni Novanta è strutturata come mafia e ‘ndrangheta: diversi clan, che a volte si combattono tra loro ma che si sono federati sotto la guida di un “gruppo dirigente” al cui vertice c’è un capo. Sia i leader sia i soldati sono giovani, attorno ai 40 anni. E se all’inizio i membri erano solo olandesi di origine marocchina ora nell’organizzazione ci sono albanesi, serbi, olandesi delle ex colonie. La guida resta però saldamente nelle mani di capi di origine maghrebina. All’inizio l’organizzazione vendeva in Europa resina di cannabis: la importava in Olanda dalla regione del Rif. A hashish e marijuana è seguita la cocaina: i leader della mafia dei Paesi Bassi sono riusciti a costruire una rete diretta con i cartelli colombiani e messicani, affiancandosi alla ‘ndrangheta calabrese con cui ha stipulato una fragile alleanza (ma la mocro maffia ha rapporti anche con mafia e camorra).

martedì 28 settembre 2021

5124. Non va tanto bene a Facebook

Il Wall Street Journal è stato spietato e nel corso delle ultime due settimane ha
pubblicato una serie di documenti riservati in cui si dimostra come il social fosse al corrente delle conseguenze negative di Instagram sugli adolescenti e su come fosse in vigore un doppio standard: agli utenti di alto livello - politici, influencer, celebrità - è permesso sforare il limite. A seguire, il New York Times ha svelato come Facebook utilizzi il suo NewsFeed per promuovere le notizie che mettono la piattaforma in buona luce. Per concludere, negli ultimi mesi la compagnia ha limitato ai ricercatori e alle università l'accesso ai suoi dati o ha consegnato materiale incompleto e censurato.

domenica 26 settembre 2021

5123. La caffeina è una droga oppure no?

Siamo legati alla caffeina da una "dipendenza invisibile", e non ce ne rendiamo conto. È la provocazione di Michael Pollan, giornalista americano esperto di alimentazione, che in un articolo pubblicato a luglio sul The Guardian parla della caffeina come di una sostanza fidata, ma allo stesso tempo subdola, che scandisce la nostra quotidianità rendendoci inconsciamente assuefatti. La discussione continua nell'articolo
.