banner

banner

venerdì 21 settembre 2018

4572. C'è del marcio nella principale banca danese


Personalmente provo una grande invidia per nazioni che considero molto più civili della nostra, eppure credo che non sia proprio così. Oltre 200 miliardi di euro sono transitati a una filiale di Danske Bank in Estonia e non certo per motivi legali. Ad essere coinvolti nelle irregolarità sono circa 15mila conti — di cui 6.200 considerati sospetti — per un totale di oltre 9,5 milioni di pagamenti realizzati appunto tra il 2007 e il 2015. Tra i titolari dei conti sotto esame, secondo alcune fonti, figurerebbero anche i nomi di alcuni familiari del presidente russo Vladimir Putin. Il portafoglio clienti «non Estoni» finito nell’occhio del ciclone includeva oltre a cittadini russi anche soggetti residenti in Azerbaijan, Ucraina e altri paesi ex-sovietici.

giovedì 20 settembre 2018

4571. Aumenta la produzione di cocaina


Il piano colombiano di riconversione dei campi dalla coca non funziona. Sono pochi i contadini che hanno accettato di sradicare le proprie colture a foglie di coca in cambio di indennizzi e incentivi ad altre semine e intanto la richiesta aumenta.

4570. Videogiochi d'azzardo


A molti piacciono i videogiochi e spesso si trascorrono parecchie ore a giocarci, ma quando per proseguire occorre spendere del denaro nella speranza di trovare gli oggetti necessari, non si gioca ma si azzarda (e qualcuno si arricchisce). Finalmente 15 organismi di regolamentazione europei e dello Stato di Washington, negli USA, hanno sottoscritto un documento congiunto finalizzato a combattere il gioco d’azzardo nei videogiochi.

mercoledì 19 settembre 2018

4569. Un buon antidoto all'azzardopatia


Insegnare fin da piccoli l'uso corretto del denaro e aiutare a dargli un significato sono passi importanti che dovrebbero essere compiuti in ogni famiglia. Qui alcuni interessanti suggerimenti.

lunedì 17 settembre 2018

4568. Un F-35 italiano in volo fino in Belgio


Venerdì 7 settembre un F-35 italiano appartenente al 32° Stormo di Amendola è atterrato in Belgio alla base aerea di Kleine-Brogel. Ma perché mentre in Italia tutti stanno zitti? Secondo questo articolo si tratta di una enorme marchetta a favore della Lockheed-Martin, società americana che ha usato l’F-35 spedito nelle Fiandre per propagandare con tutta evidenza la sua proposta per il successore dei caccia F-16 dell’aeronautica di quel Paese. Il tutto con i soldi dei contribuenti italiani. Evviva (sic!).

4567. Anche nel 2018 azzardo in aumento


Secondo questo articolo anche quest'anno aumenterà il volume di gioco d'azzardo, superando i 102 miliardi di euro dello scorso anno. Da non credere.


domenica 16 settembre 2018

4566. Impresa sociale?


Spesso nelle cooperative sociali la gestione è centrale, anzi di un'unica persona che in qualche modo fa il bello e cattivo tempo. A dispetto del valore della partecipazione condivisa, almeno secondo la mia esperienza. Fin che le cose vanno bene o benino, tutti lavorano e il narciso di turno realizza le più o meno importanti scelte in nome di tutti, ma quando le cose vanno male, tutti ci perdono. Ecco qui una storia torinese che dovrebbe far riflettere gli altri “imprenditori sociali”.

4565. Una strana congiunzione astrale attorno alle leggi regionali sul gioco d'azzardo


Prima l'Abruzzo, che rimanda di ben due anni la validità del dispositivo legislativo. Poi è toccato al Piemonte, dove da qualche mese di discute se e come ritoccare la Legge, la prima in Italia di questo genere. Intanto in Emilia Romagna potrebbe esserci un gran problema di interpretazione, che potrebbe condurre a un nulla di fatto della norma. Unica buona notizia proviene dal Veneto, dove sembra in dirittura d'arrivo la normativa che prevede delle restrizioni di orari e di luoghi.

sabato 15 settembre 2018

4564. A Città del Messico attacco narcos?



Un gruppo di uomini armati travestiti da mariachi, i musicisti locali che si esibiscono in abiti tradizionali, ha ucciso tre persone e ferito altre sette nella centrale e affollata Piazza Garibaldi della capitale messicana. Non sono ancora chiari né il movente né l'identità degli assalitori, ma la piazza si trova vicino al quartiere di Tepito, in cui opera un cartello di signori della droga considerato la più grande organizzazione criminale della capitale.
La notizia

4563. La legge di contrasto al gioco patologico in Abruzzo? Sì, ma tra due anni


La Regione Abruzzo sposta al 2020, l’attuazione della legge regionale di contrasto al gioco patologico. Di punto in bianco è stata decisa una larga proroga e così a novembre non scadranno più le autorizzazioni per quelle sale giochi e locali con le slot machine che ancora non si erano uniformati alla legge. Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna hanno leggi così, peccato per gli abruzzesi. Magari adesso che andranno a votare faranno meglio i loro conti, oppure no.
La notizia

venerdì 14 settembre 2018

4562. Della serie come la vedo male

Come poter conciliare il divieto assoluto di pubblicità dei giochi con vincita in denaro disposto dal Decreto Dignità con le regole imposte ai concessionari sull’informazione ai giocatori e la promozione del gioco responsabile? L'ardua domanda mi sembra desideri mettere in difficoltà e forse trovare una via d'uscita per continuare a fare quello che vogliono.
La notizia

4561. Come si può uscire dal pasticcio legislativo che riguarda gli educatori?


Le modifiche apportate in legge di bilancio alla proposta di legge Iori hanno creato la paradossale situazione per cui qualche migliaio di educatori oggi è “fuorilegge” nei servizi socio-sanitari in cui da anni lavora. Alcune interessanti riflessioni e proposte sul pasticcio!

giovedì 13 settembre 2018

4560. Per la serie prima ti rovino e poi ti curo.

A me poi non pare proprio un grande accordo. La «Las Vegas By Playpark» di stradale Torino, a Chivasso, finanzierà corsi e iniziative per contrastare il gioco d’azzardo patologico. Con 3500 euro un bel colpo per l'immagine e così nessuno può dire che non si preoccupano ............. siamo al paradosso! 
La notizia

4559. Simula vincita milionaria e poi finisce male

Potrebbe essere la trama per una commedia all'italiana che vira velocemente verso il dramma, invece è tristemente una storia reale, fin troppo!
La notizia

4558. Ecco il primo casino dell'albo degli educatori professionali


2500 educatori lombardi non possono iscriversi all'Albo e continuare a lavorare in santa pace. Due mozioni, una di Forza Italia e l’altra del Pd, entrambe approvate all’unanimità, hanno chiesto alla Giunta Regionale di farsi portavoce del problema presso il Governo e le Regioni. Ma la normativa non prevedeva l'attivazione di un corso per portare tutti allo stesso livello? Fanno i furbi, della serie meglio la sanatoria che fare il corso, oppure non c'è nessuna alternativa?